Via Fiorentina, 56 - 53100 Siena (SI)
Marchio GP Comunicazione

News

Foto sportiva Siena.

Foto Ferrari Siena e Monza

Riuscire a trasmettere un senso di velocità alla fotografia sportiva

La soluzione migliore è quella di fare fotopanning, ovvero muovere la fotocamera per seguire il soggetto, in modo da avere soggetto nitido e sfondo sfocato.

Dalla Formula 1 alle auto a ruote coperte, dai rally d’epoca alle gare di enduro, le automobili sono uno dei soggetti più difficili da fotografare per un appassionato, sia a causa della distanza che normalmente si ha dall’azione, sia a causa dell’elevata velocità che contraddistingue lo sport motoristico.

Le auto corrono, sono veloci e avrete la necessità di essere molto rapidi nello scattare la vostra foto; rapidi significa avere tempi di reazione della macchina fotografica molto veloci, ma anche tempi dell’otturatore abbastanza bassi, al fine, se è questo il vostro intento, di congelare l’azione.

In aggiunta alla reflex digitale, dovrete dotarvi di un obiettivo che abbia una lunghezza focale non corta, sicuramente un teleobiettivo, specie se non siete vicini al circuito, un 300 mm. è una buona scelta, se potete mettere le mani su qualcosa di più lungo, meglio ancora.

Non dimenticate inoltre di portare con voi un treppiede od un monopiede: non tanto per la precisione dello scatto, quanto per i “tempi morti” che potreste avere; in una gara tipo Formula 1, dove le auto girano su di un circuito, passerete tempi piuttosto lunghi ad attendere il vostro soggetto, mantenendo però la fotocamera puntata sulla pista: fare questo con il solo uso delle braccia senza avvalersi di supporti è semplicemente doloroso, al punto di mettervi KO dopo appena una mezz’ora di attività!

Con la mia macchina digitale Nikon Z monto, con un anello adattatore, un 300 mm. con l’attacco per il monopiede.

Ottengo un 450 mm., perché la lunghezza focale effettiva si moltiplica per un fattore di 1,5.

 

Charles Leclerc – Ferrari SF1000 a un pit stop. 28.02.2020. Formula 1 testing, Barcelona, Spagna.
Charles LeclercFerrari SF1000 a un pit stop.
28.02.2020. Formula 1 testing, Barcelona, Spagna.

 

Il Cavallino Rampante in Piazza” c’è stato il 9 giugno 2019 dalle 12:30 quando, dopo un giro nelle colline senesi, una colonna di 40 splendide “rosse” ha sfilato nella Conchiglia.

Le auto da sogno del Cavallino Rampante sono approdate in piazza del Campo per il primo raduno Ferrari a Siena.

Un’occasione per ammirare gli splendidi modelli della casa automobilistica più amata nel mondo e provare l’emozione di salire a bordo di una vera e propria Show Car Ferrari da Formula 1.

Ho usato la mia macchina digitale Nikon D800.

 

“l Cavallino Rampante in Piazza c’è stato il 9 giugno 2019 dalle 12:30

La Ferrari coperta in Piazza del Campo, pronta per essere esposta

Selfie di Giuseppe Ponticelli con la sua Nikon D-800 con alle spalle da Ferrari

La Ferrari esposta al pubblico senza telo rosso in Piazza del Campo

Particolare fotografato con il teleobiettivo della Ferrari a Siena

 

Il 7 settembre 2019 eravamo a Monza per le qualifiche del Gran Premio.

Charles Leclerc ottenne la Pole Position.

Ho utilizzato anche l’iPhone.

 

 

Tante sono le edizioni del Gran Premio d’Italia corse finora.

La prima a Montichiari, tutte le altre nel Tempio della velocità.

Dal 1922, con la sola eccezione 1980 quando si corse a Imola, il Gran Premio d’Italia si è corso sempre sulla pista nata in mezzo al Parco.

Al volante di una Ferrari, nel 1961, quando sono nato, Phil Hill vinse il titolo mondiale di Formula 1, unico pilota “born in the Usa” nella storia.

Francia 1899, la Jamais Contente è la prima auto elettrica a infrangere il muro dei 100 chilometri orari. Al volante c’era il belga Camille Jenatzy.

Senza freni. Lo stile di un’auto anticipa i bisogni ed esigenze per non fermarsi mai. L’importanza di esplorare mondi per continuare a sognare.

 

Dal 1922, con la sola eccezione 1980 quando si corse a Imola, il Gran Premio d’Italia si è corso sempre sulla pista nata in mezzo al Parco

Al volante di una Ferrari, nel 1961, quando sono nato, Phil Hill vinse il titolo mondiale di Formula 1, unico pilota born in the Usa nella storia

Francia 1899, la Jamais Contente è la prima auto elettrica a infrangere il muro dei 100 chilometri orari, al volante c’era il belga Camille Jenatzy

Senza freni, lo stile di un’auto anticipa i bisogni ed esigenze per non fermarsi mai, l’importanza di esplorare mondi per continuare a sognare

 

Torna alle news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

invia una email a GP Comunicazione
CONTATTI


ATELIER di GIUSEPPE PONTICELLI


 Via Fiorentina, 56 - 53100 Siena (SI)

 contatti@giuseppe.ponticelli.name